Seleziona Pagina

DOC e pensieri intrusivi: sintomi e test

DOC e pensieri intrusivi vanno di pari passo. Tutti coloro che sperimentano il disturbo ossessivo compulsivo sperimenteranno anche pensieri intrusivi e indesiderati.

Il DOC può assumere molte forme e può manifestarsi in persone diverse in modi diversi. È forse per questo che c'è così tanto malinteso sulla condizione, ad esempio la convinzione che chiunque abbia un disturbo ossessivo compulsivo ami pulire. Il disturbo ossessivo compulsivo è molto più che volere che tutto sia in ordine. Può essere debilitante e alterare la vita di coloro che ne soffrono.

DOC e pensieri intrusivi

Un sintomo comune del disturbo ossessivo compulsivo è l'esperienza di pensieri intrusivi. È probabile che tutti sperimentino un certo livello di pensieri intrusivi ad un certo punto della loro vita, specialmente dopo un evento che cambia la vita come avere un bambino o subire un lutto, ma per la maggior parte vanno e vengono senza problemi. Le persone senza disturbo ossessivo compulsivo sono in grado di respingere rapidamente e facilmente questi pensieri come insensati e immeritevoli di tempo e attenzione. Per chi soffre di disturbo ossessivo compulsivo, questo non è così facile e la loro paura che i pensieri intrusivi significhino qualcosa di importante può rapidamente perdere il controllo e diventare divorante.

Ad esempio, molte neomamme hanno pensieri sgraditi, come stare in cima alle scale e immaginare di far cadere il bambino. Questi pensieri sono spesso semplicemente il tuo cervello che elabora le tue peggiori paure, e il pensiero va e viene. Oppure possono essere dovute a stress, problemi di relazione o, nel caso delle neomamme, frustrazione con la genitorialità!

Mentre per la maggior parte delle persone, questi pensieri sgraditi compaiono e poi scompaiono e vengono dimenticati, per chi soffre di disturbo ossessivo compulsivo, questi pensieri rimangono bloccati. Mentre è vero che i pensieri intrusivi sono un sintomo di altre condizioni di salute mentale come l'ansia e il disturbo da stress post-traumatico, ciò che li rende diversi per chi soffre di disturbo ossessivo compulsivo è il modo in cui reagiscono ad essi.

La maggior parte delle persone affette da disturbo ossessivo compulsivo sperimenterà pensieri invadenti e risponderà loro con il pensiero: "Perché ho questi pensieri disgustosi?", "'Cosa c'è che non va in me?" e "Come posso smettere di avere questi pensieri?". Sono i "pensieri sui pensieri" che causano i problemi! La maggior parte delle persone con questo tipo di pensieri è solo leggermente infastidita o potrebbe non prestare alcuna attenzione al pensiero. Ma le persone con disturbo ossessivo compulsivo saranno estremamente angosciate e ricorreranno a comportamenti compulsivi e compiti rituali nel tentativo di gestire i propri pensieri.

Cosa sono i pensieri intrusivi?

Come accennato in precedenza, tutti sperimentano un certo livello di pensieri intrusivi, sia positivi che negativi. Pensare ripetutamente al lavoro dei tuoi sogni o a una vacanza potrebbe essere classificato come pensieri invadenti. Tuttavia, per le persone con disturbo ossessivo compulsivo, i pensieri sono prevalentemente negativi, spiacevoli e ripetitivi. Sono involontari e possono causare estremo disagio poiché i malati si chiederanno ripetutamente perché stanno avendo pensieri così terribili.

    Pensieri intrusivi comuni con DOC

    I pensieri intrusivi possono riguardare quasi tutto, ma i pensieri più comuni relativi al disturbo ossessivo compulsivo riguardano:

    • Violenza
    • Relazioni
    • Attività o orientamento sessuale
    • Germi, malattie o altre cause di contaminazione
    • Religione
    • Pensiero magico
    • Il corpo (infliggendo lesioni a te stesso)

    Controllare i pensieri intrusivi

    I malati di DOC non hanno alcun controllo su questi pensieri e non sono impulsi o fantasie su cui la persona agirà. In effetti, le persone con disturbo ossessivo compulsivo hanno meno probabilità di agire su questi pensieri in quanto è il fatto stesso che sono così spaventosi e inquietanti che causa loro così tanta angoscia in primo luogo!

    Segni e sintomi comuni di pensieri intrusivi

    Come fai a sapere quando questi pensieri stanno diventando un problema e non solo una reazione a qualcos'altro che sta accadendo nella tua vita?

    Se sai di avere un disturbo ossessivo compulsivo, saprai che i pensieri intrusivi sono un aspetto atteso della condizione. Tuttavia, se non si dispone di una diagnosi di disturbo ossessivo compulsivo, questi pensieri potrebbero essere doppiamente inquietanti. Se hai i seguenti segni e sintomi, potresti soffrire di pensieri intrusivi correlati al disturbo ossessivo compulsivo.

    • Sperimentare pensieri aggressivi, indesiderati e ripetuti
    • Sperimentare pensieri sul danneggiare te stesso o gli altri (ma senza alcuna intenzione di agire su quei pensieri)
    • Pensieri ripetuti e indesiderati sulla religione o sul sesso
    • Pensieri angoscianti, immagini o impulsi che entrano ripetutamente nella tua mente
    • Questi pensieri creano una sensazione di intensa ansia o angoscia

    Fai un test sui pensieri intrusivi

    Ci sono molte idee sbagliate sul disturbo ossessivo compulsivo e sulla miriade di sintomi ad esso associati. A volte è difficile ottenere chiarezza sui propri pensieri e sentimenti e sapere quale percorso intraprendere per trattare i sintomi. È facile essere confusi dalla disinformazione su Internet quando si determina se i propri pensieri sono una reazione a un evento della vita e passeranno o se fanno parte di un problema di salute mentale più significativo come il disturbo ossessivo compulsivo.

    Molte persone che soffrono di disturbo ossessivo compulsivo e sperimentano pensieri intrusivi sono imbarazzate dalla loro condizione e sono così inorridite dai loro pensieri che sarebbero mortificate nel parlarne con qualcuno. Ci sono diversi test online che puoi fare che ti aiuteranno a determinare se i tuoi pensieri possono essere descritti come "intrusivi" e se possono essere correlati al disturbo ossessivo compulsivo. Fare un test dei pensieri intrusivi potrebbe essere il primo passo positivo per trattare la tua condizione.

    Si consiglia sempre di consultare il proprio medico o visitare un terapeuta se i propri pensieri influenzano la propria vita quotidiana. Possono aiutarti a dare un senso ai tuoi pensieri ed escludere o diagnosticare qualsiasi altro problema psicologico sottostante. L'aiuto professionale è senza dubbio il modo più efficace per imparare a gestire i pensieri intrusivi.

    Trattamento per pensieri intrusivi

    Sebbene sia più facile a dirsi che a farsi, devi cercare di non lasciare che i pensieri invadenti gestiscano la tua vita e influenzino negativamente le tue scelte quotidiane. Puoi prendere provvedimenti per gestirli da solo:

    • Praticare la consapevolezza
    • Non temere i pensieri e permettersi di respingerli
    • Prendere i pensieri meno sul personale
    • Accettarli quando appaiono per quello che sono

    Per alcune persone, i metodi di auto-aiuto non sono sufficienti e richiedono un trattamento professionale. Questo potrebbe includere;

    • Terapia cognitivo comportamentale/Prevenzione dell'esposizione e della risposta (ERP): questo è il trattamento standard per i pensieri intrusivi correlati al DOC
    • Consulenza individuale con un professionista della salute mentale formato nel trattamento del disturbo ossessivo compulsivo
    • Farmaci come gli SSRI

    I pensieri intrusivi legati al disturbo ossessivo compulsivo possono avere un effetto debilitante sulla tua vita quotidiana. I malati possono essere imbarazzati per la loro condizione e non disposti a esprimere i propri pensieri per paura di essere giudicati. Se hai pensieri invadenti, è fondamentale che cerchi aiuto per evitare che i pensieri prendano il sopravvento sulla tua vita. È importante ricordare che questi pensieri sono involontari e fuori dal tuo controllo, ma ci sono modi in cui puoi gestirli per evitare che diventino debilitanti.